31 ago 2008

Migrazione da Windows Small Business Server 2003 a Windows Small Business Server 2008 [Parte3]

Attenzione: Se Exchange Server è installato sul Server Origine, questo task è obbligatorio.

Prima di migrare le cassette postali di Exchange Server, si dovrebbe ripulire l'archivio dati di Exchange Server e verificarne la sua integrità nel seguente modo:

  • Eliminare la posta non necessaria dalle caselle di posta, tra cui la Posta eliminata e Posta inviata
  • Archiviare le vecchie mail in un file .pst.
  • Revisionare ed eliminare documenti personali o cartelle inutili.
  • Effettuare il Back up del database. Vedere "Overview of Exchange Server Backup Methods" sul Sito Web Microsoft (http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=98934).
  • Utilizzare Exchange Server Database Utilities per determinare lo stato del Database di Exchange Server 2003. Vedere "Exchange Server Database Utility Guide" sul sito Web Microsoft (http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=98935).

Attenzione: Se si sta eseguendo la migrazione da Windows SBS 2003 a Windows SBS 2008 con Microsoft Forefront Security per Exchange Server (FSE) attivata, FSE inizia la scansione delle cassette postali sul server di destinazione immediatamente dopo che l'installazione viene completata. Se FSE rileva un virus, viene rimosso automaticamente. FSE potrebbe bloccare anche alcune estensioni di file potenzialmente dannosi. Si, consiglia di verificare la configurazione di forefront prima di procedere.

Migrare le Mailbox di Exchange Server e le Cartelle pubbliche

  1. Sulla Home Page di Migration Wizard, click su Migrate Exchange mailboxes and settings, quindi click su Next.
  2. Fare ciascuno dei seguenti passaggi, utilizzando le istruzioni elencate più avanti in questo articolo :
    • Rimuovere i Connettori dal server origine
    • Migrare Il connettore POP3 (opzionale)
    • Spostare la Offline Address Book dal Server Origine al Server Destinazione.
    • Spostare le Mailbox da Server Originie al Server Destinazione
    • Spostare le Public Folder (Cartelle Pubbliche) dal Server Origine al Server Destinazione.
  3. Marcare il Task come completato

Rimuovere i Connettori Internet

Quando Windows SBS 2008 viene installato in Migration Mode, il flusso E-mail è automaticamente abilitato tra il Server Origine e il Server Destinazione. Quanto il connettore di invio viene rimosso dal Server Origine, il Server Destinazione Diventa il responsabile per la ricezione e l'invio delle Email Internet.

Attenzione: Prima di rimuovere i connettori di Exchange Server dal Server Origine, assicurarsi di aver eseguito Internet Address Management Wizard sul Server Destinazione. Questo è un task obbligatorio. Internet Address Management Wizard crea i connettori internet di Invio e Ricezione sul Server Destinazione.

Come rimuovere i connettori di Exchange 2003 dal Server Origine

  1. Sul Server Origine, click su Start, quindi click su Gestione Server
  2. Sul pannello di navigazione di Gestione Server, espandere Gestione Avanzata, espandere <DomainName> (Exchange), espandere Gruppi Amministrativi, espandere primo gruppo amministrativo, espandere Gruppi di routing, espandere primo gruppo di routing, quindi espandere Connettori.
    • Se i Gruppi di routing non vengono visualizzati, fare click-destro sulla Organizzazione di Exchange qundi , click su Proprietà, quindi click su Visualizza gruppi ri routing.
  3. Click-Destro su Connettore SMTP di Small Buniness Server (o personalizzato)
  4. Appuntare i settaggi SMTP del connettore, ad esempio un eventuale smarthost
  5. Click-Destro su Connettore SMTP di Small Buniness Server (o personalizzato), qundi Elimina

Da ora in poi tutte la email verso internet verranno inviate dal Server Destinazione

deleteconnettore

Migrazione dei connettori POP3

Questo è un compito opzionale!

Rimuovere il connettore POP3 dal Server Origine

  1. Sul Server Origine, fare click su Start, quindi click su Gestione Server
  2. Nel pannello di navigazione, fare click su Internet e Posta Elettronica
  3. Fare Click su Gestione posta elettronica POP3, quindi fare click Apri Gestione connettore POP3.
  4. Sul Tab Caselle Postali, fare click un account per volta, poi fare click su Modifica, quindi trascivere le informazioni relative alla configurazione.
  5. Rimuovere tutti gli account dal connettore e disabilare il servizio Microsoft Connector for POP3 Mailboxes

Attenzione: Windows Small Business Server 2008 non supporta le caselle di posta Globali (catch-all)

Aggiungere un connettore POP3 sul Server Destinazione

  1. Sul Server Destinazione, aprire Windows SBS Console.
  2. Sulla barra di navigazione, fare click sul Tab Network, quindi click su Connectivity.
  3. Fare Click-Destro su POP3 Connector, quindi fare click su View POP3 Connector properties
  4. Sul Tab Mail Accounts, fare click su Add, quindi aggiungere ogni account presente sul Server Origine.

pop2008

Spostare Elenco Indirizzi non il linea (Offline Address Book)

È necessario spostare la Rubrica fuori rete (OAB) dal Server Origine al Server Destinazione, quindi è necessario modificare il server che genera la OAB.

Spostare la Rubrica fuori rete e cambiare il server che la genera

  1. Sul Server Destinane, fare click su Start, poi click su All Programs, poi click su Microsoft Exchange Server 2007, quindi click su Exchange Management Console.

  2. Nella struttura della console, espandere Organization Configuration, quindi fare click su Mailbox.

  3. Nel result pane, fare click sul Tab Offline Address Book , quindi click su Elenco Indirizzi non il linea.

  4. Nell'action pane, fare click su Move. Viene Eseguito il Wizard di Move Offline Address Book.

  5. Sulla pagina Move Offline Address Book, fare click su Browse, poi click sul nome del Server Destinazione.

  6. Fare Click su Move per spostare OAB sul Server Destinazione.

  7. Nel results pane, click-destro su Default Offline Address List, quindi fare click su Properties.

  8. Fare Click sul Tab Distribution, quindi fare click su Enable Web-based distribution.

  9. Fare Click su Add, assicurarsi che il Server Destinazione sia selezionato, quindi fare click su OK.

Spostare le Mailbox di Exchange

Attenzione: Se entrambi i server sono accesi outlook aggiorna automaticamete il profilo puntando direttamente sul server di destinazione, in caso contrario sarà necessario configurare outlook manualmente.

Migrare le mailbox di Exchange Server 2003

  1. Sul Server Destinazione, fare click su Start, poi click su All Programs, poi click su Microsoft Exchange Server 2007, quindi fare click su Exchange Management Console.

  2. In Exchange Management Console, espandere il nodo Recipient Configuration, quindi fare click su Mailbox.

  3. Selezionare tutte mailbox legacy (di exchange 2003), quindi fare click su Move Mailbox. Verrà eseguito il Wizard di Move Mailbox.

    Nota: Le Mailbox Legacy sono identificate nella colonna Recipient Type Details.

  4. move1

  5. In Move Mailbox Wizard, eseguire le seguenti operazioni:

    • Sulla pagina Introduction, fare click su Browse, poi click sul database di Windows SBS 2008, fare click OK, quindi fare click su Next.
    • m2
    • Su Move Options, fare click su Skip the corrupted messages, e settare il numero massimo messaggi corrotti da scartare.
    • Selezionare i Server Active Directory di GC e DC, quindi fare click su Next.
    • m3
    • Sulla pagina Move Schedule, selezionare quando vorremmo spostare le mailbox, quindi fare click su Next.
    • Sulla pagina Move Mailbox, rivedere le mailbox che dovranno essere spostate, quindi fare click su Move
    • E' possibile utilizzare EMS con il comando Move-Mailbox : Move-Mailbox contoso\john -TargetDatabase "First Storage Group\Mailbox Database" -BadItemLimit 5

Attenzione: Se durante il move viene restituito questo errore: MapiExceptionNetworkError: Unable to make admin interface connection to.. leggete qui: http://forums.microsoft.com/TechNet/ShowPost.aspx?PostID=1714675&SiteID=17. In questo caso è bastato resettare la connessione di rete lan prima di effettuare il move.

m4

Spostamento dellle cartelle pubbliche

Per migrare le cartelle pubbliche di Exchange Server dal Server Origine al Server Destinazione, seguire le indicazioni al seguente link (http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=117339)

Migrazione da Windows Small Business Server 2003 a Windows Small Business Server 2008 [Parte1] [Parte2] [Parte3] [Parte4] [Parte5] [Parte6]

29 ago 2008

Migrazione da Windows Small Business Server 2003 a Windows Small Business Server 2008 [Parte2]

- Creare un file di risposte (migration answer file)

Creare un file di risposte ci consente di automatizzare il processo di migrazione, ma può anche essere utilizzato per effettuare un installazione automatizzata (unattended)
Eseguire Answer File Tool
1. Su un computer client o sul server origine, inserire Windows SBS 2008 DVD1, navigare fino alla cartella Tools, quindi fare doppio-click su SBSAfg.exe.
2. Click su Migration from existing server (Join existing domain).

3. Compilare i vari campi e salvare il file (obbligatoriamente nella root!) su un supporto removibile quale Floppy oppure dispositivi di memorizzazione Usb.


- Installare Windows Small Business Server 2008 in Migration Mode

Come per le versioni precedenti è possibile avere solo un server in rete che esegue Windows SBS 2008, e deve essere il primo controller di dominio, tuttavia a differenza delle versioni precedenti, Windows SBS 2008 richiede un server a 64 bit. Windows SBS 2008 non supporta processori con architettura a 32 bit.
Quando si installa Windows SBS 2008 in Migration Mode, vengono eseguiti i seguenti task:
  • Windows SBS 2008 viene installato e configurato sul Server di Destinazione
  • Il Server di destinazione è in join al dominio esistente. Alla fine della migrazione, si deve rimuovere il Server Origine dalla rete entro 21 giorni.
  • Il ruolo Operation Master (FSMO) viene transferito dal Server Origine al Server Destinatione.
  • Il Server Destinazione diventa un server di global catalog.
  • Il Server Destinazione diventa il site licensing server.
  • Il server DHCP viene installato e configurato su SBS 2008. Un solo servizio DHCP server può essere attivo in una rete Windows SBS 2008.

Installare Windows Small Business Server 2008 sul Server Destinazione

1. Inserire Windows SBS 2008 DVD1 nel DVD drive. Se viene visualizzato un messaggio che chiede se si desidera di fare il boot da un CD o un DVD, premere un tasto.

2. Selezionare le regional preferences

3. Inserire il device USB o altra periferica removibile che contenga il migration answer file, quindi click su Install Now. Il migration answer file viene rilevato automaticamente nella root di qualsiasi drive.

4. Inserire il Product Key
5. Selezionare il disco su cui si vuole installare sbs 2008. Sbs 2008 richiede come requisiti minimi un hdd da 60Gb, e 4 Gb di Ram.

6. Se l'installazione rileverà correttamente il file di risposte, dopo la prima fase dell'installazione ci troveremo di fronte alla maschera di inserimento di data e ora.

7. L'installazione prosegue in maniera automatica fino al logon, a questo punto il nuovo sbs 2008 detiene i ruoli FSMO ed AD è stato replicato.



8. Se l'installazione viene completata con qualche problema, è possibile visualizzare i problemi di installazione al fine di un riesame finale. Quando si chiude la pagina, Windows SBS Console visualizza la home page con le attività iniziali, dove si può cominciare a fare troubleshooting e risolvere gli eventuali problemi.


- Migrazione delle impostazioni e dei dati verso il server di destinazione

Dopo che Windows SBS 2008 è stato installato, sarà necessario eseguire la Migrazione guidata per effettuare la migrazione delle impostazioni e dei dati dal server di origine al server di destinazione. È possibile utilizzare la Migrazione guidata solo se nel server di origine è in esecuzione Windows SBS 2003 o Windows SBS 2008. È possibile, tuttavia, rivedere il processo di migrazione per informazioni su quali dati si dovrebbero migrare. Alcuni compiti relativi alla Migrazione guidata sono obbligatori, ed alcuni sono facoltativi. È necessario completare i compiti obbligatori nell'ordine in cui sono elencati nella Migrazione guidata. E' possibile saltare i compiti opzionali al fine di operare in un orario più conveniente, come ad esempio quando gli utenti non sono connessi alla rete.

Attenzione: L'utente administrator migrato non possiede i privilegi di Network Administrator, pertanto non saremo in grado di effettuare la migrazione se non creando un nuovo utente con queste credenziali.

Si hanno a disposizione 21 giorni dal momento in cui si è terminato l'installazione di Windows SBS 2008, per completare la migrazione. È possibile uscire dalla procedura guidata in qualsiasi momento e riprendere più tardi. Per uscire dalla Migrazione guidata, fare clic su Annulla.



Configurare il Reindizzamento Cartelle (Folder Redirection)

Quando Windows SBS 2008 finisce l'installazione, il Reindirizzamento cartelle degli utenti si trova sul server di destinazione, sull'unità C. Se si utilizza il reindirizzamento cartelle sul server di origine o se si prevede di iniziare ad usare il reindirizzamento cartelle quando si è terminata la migrazione a Windows SBS 2008, sarà necessario spostare il reindirizzamento su un'altra partizione o disco rigido. Dopo aver spostato il reindirizzamento cartelle, si deve modificare l'oggetto di Criteri di gruppo sul server di destinazione al fine di cambiare la posizione del reindirizzamento dati dal server di origine al server di destinazione.

Editare il Folder Redirection Group Policy object

  1. Sul Server di Destinatione , click Start, poi click su Administrative Tools, quindi click su Group Policy Management.
  2. Right-click su Small Business Server Folder Redirection, quindi Edit
  3. Su Group Policy Management Editor, espandere User Configuration, espandere Policies, espandere Windows Settings, quindi espandere Folder Redirection
  4. Right-click su Documents, quindi click su Properties
  5. Sul tab Target:
    1. Nel menu Setting , click su Basic – Redirect everyone’s folder to the same location.
    2. Nella text box, digitare file://<server/ Destinazione>\RedirectedFolders, quindi click su OK
    3. Chiudere Group Policy Management Editor, quindi chiudere Group Policy Management Console

Migration Wizard (iniziamo la migrazione dei dati)

  1. Sulla Home page di Windows SBS Console, in Getting Started Tasks, click su Migrate to Windows SBS.
  2. Sulla Welcome page, leggere le informazioni, quindi fare click su Next per cominciare la migrazione dei dati dal Server Origine al Server Destinatione.
  3. Completare i task seguenti :

Attenzione:

Outlook Web Access (OWA) non è disponibile per i mobile user fino a quando le caselle di exchange non vengolo spostate su exchange 2007 Management Wizard cambierà l'url di OWA da https://domain.com/exchange a https://<ExternalDomainName>/owa, and il Server Origine non accetterà più richieste su /exchange">/exchange">/exchange">https://<ExternalDomainName>/exchange.

migwizcomplete

Migrazione da Windows Small Business Server 2003 a Windows Small Business Server 2008 [Parte1] [Parte2] [Parte3] [Parte4] [Parte5] [Parte6]

28 ago 2008

Rilasciato Internet Explorer 8 Beta 2

E’ stata da poco annunciata dal team diIE la disponibilità della Beta 2 di Internet Explorer 8.0, che segue di alcuni mesi il rilascio della Beta 1, avvenuto a marzo, durante il MIX.
Le novità di IE8 sono davvero molte, e distribuite su differenti aree: sicurezza, affidabilità del browser, nuove funzionalità per la navigazione, supporto CSS, gestione della privacy.
Vi consiglio di leggere l'esauriente articolo di Renato sul Blog di Technet Italia

25 ago 2008

Migrazione da Windows Small Business Server 2003 a Windows Small Business Server 2008 [Parte1]

Aggiornamento: E' disponibile anche un webcast su questo argomento:
http://andreagx.blogspot.com/2008/12/webcast-migrazione-sbs-2008.html

NB: Se il server origine (SBS 2003) è in lingua inglese mentre il server di destinazione (sbs 2008) è in localizzato in italiano adprep fallisce a causa del mancato match della lingua. Per risolvere basta rinominare C:\Program Files\Windows Small Business Server 2008 Migration Preparation Tool\ADPREP\it-it in C:\Program Files\Windows Small Business Server 2008 Migration Preparation Tool\ADPREP\en-us.


A differenza delle precedenti versioni, Windows Small Business Server 2008 è stato rilasciato solo nella versione a 64bit, richiedendo un hardware con architettura x64. Inoltre non sarà possibile effettuare nessun aggiornamento in place e saremo costretti ad effettuare una migrazione oppure una nuova installazione.
In questo articolo vedremo come affrontare una migrazione da sbs 2003 a sbs 2008. Al fine di sperimentare tutte le problematiche che potrebbero verificarsi utilizzeremo come server origine un' installazione di sbs 2003 già in produzione.

Nella prima parte vedremo come preparare il server origine.

- Back up del server sorgente
1. Effettuare una scansione Virus a livello file e sul database di exchange.
2. Prima di iniziare il processo di migrazione, sarà necessario eseguire il backup del server di origine. Questo ci aiuterà a proteggere i dati da perdite accidentali e se un errore irreversibile si dovesse verificare durante la migrazione.
Per una maggior sicurezza possiamo anche convertire la nostra macchina fisica in una macchina virtuale:http://andreagx.blogspot.com/2007/05/convertire-una-macchina-fisica-in-una.html
3. Verificare che il backup venga eseguito con successo. Per verificare l'integrità della copia di backup, selezionare alcuni file, ripristinarli in un percorso alternativo, quindi confermare che i file estratti dal back-up sono identici ai file originali.
- Installare gli aggiornamenti più recenti
E' vivamente consigliato installare i service pack più recenti sul server di origine!

Verificare che sul server sia installato il Service Pack 1 per Windows Small Business Server 2003.
1. Avviare l'Editor del Registro di sistema, quindi individuare la seguente voce di registro
HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\SmallBusinesServer\ServicePackNumberSe il valore corrisponde a 0x00000001, il Service Pack 1 (SP1) per Windows SBS 2003 è stato installato con sucesso. In caso contrario dovremo effettuarne l'installazione.


2. Se SBS 2003 sp1 non è installato, installarlo. E' possibile scaricare sbs2003 sp1 dal sito Web Microsoft (http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=46690).

Attenzione: SP1 per sbs 2003 deve necessariamente essere installato prima di Windows Server 2003 SP2, al fine di assicurare la versione corretta di Microsoft. NET Framework.

Verificare che sul server sia installato Service Pack 2 per Windows Server 2003
1. Cliccare su Start, click destro su Risorse del Computer, e quindi Proprietà.
2. La versione di Windows SBS 2003 o Windows SBS 2003 R2 viene visualizzata nel tab Generale, sella sezione Sistema .
3. Se Service Pack 2 non viene visualizzato, sarà necessario installarlo.
E' possibile scaricare SP2 per Windows Server 2003 dal Sito Web Microsoft (http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=98932).

Attenzione: Leggere la seguente kb http://support.microsoft.com/kb/932600 prima di installare SP2 su sbs 2003.

Verificare che sul server sia installato Service Pack 2 per Exchange Server 2003
1. Click su Start, e quindi su Gestione Server
2. In Gestione Server, espandere Gestione Avanzata, espandere (Exchange), quindi espandere Primo Gruppo Amministrativo.

Se il gruppo amministrativo non viene visualizzato, fare click destro su (Exchange), quindi su Proprietà. Sul tab Generale, spuntare Visualizza Gruppi Amministrativi.


3. Espandere Primo Gruppo Amministrativo, espandere Server, click-destro su nome server, quindi cliccare su Proprietà. La versione è riportata sul tab Generale.

4. Se SP2 per exchange 2003 non è installato, provvedere all'installazione.
E' possibile scaricare SP2 per Exchange Server 2003 dal Sito Web Microsoft (http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=98933).

Attenzione: Windows SBS 2008 non supporta una migrazione diretta per Windows SharePoint Services 3.0 oppure Windows Server Update Services 3.0 da Windows SBS 2003.

Per informazioni sulla migrazione di Windows SharePoint Services 3.0, vedere il sito Web Microsoft (http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=115335).


Verificare che sul server sia installato Service Pack 3 per Windows SharePoint Services 2.0
1. Fare Click su Start, poi Pannello di Controllo, quindi click su Installazione Applicazioni.
2. Fare Click su Microsoft Windows SharePoint Services 2.0, poi Click su Fare click qui per informazioni sul supporto. Se la versione corrisponde a 11.0.8173.0, SP3 per Windows SharePoint Services 2.0 è installato.
3. Se non è installato, installare SP3 per Windows SharePoint Services 2.0. E' possibile scaricarlo dal sito Web Microsoft (http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=101615).
4. Verificare che il sito CompanyWeb sia stato aggiornato correttamente:
a. Click Su Start, Strumenti di Amministrazione, poi click su Amministrazione centrale SharePoint.
b. click su Configura impostazioni server virtuale
c. Nella lista dei Virtual Server, verificare che la versione per il sito CompanyWeb sia 6.0.2.8165
d. Se la versione non è corretta, usare il tool Stsadm.exe per forzare l'upgrade del DataBase corrente. (Da command line eseguire: stsadm -o upgrade -forceupgrade -url http://companyweb da Programmi\File comuni\Microsoft Shared\web server extensions\60\Bin)

Verificare che il Service Pack 1 per Microsoft Core XML Services (MSXML) 6.0 sia installato

1. Sul server di origine, verificare che MSXML6.dll abbia la versione 6.10.1129.0 o superiore. MSXML6.dll si trova nella cartella %SystemDrive%:\Windows\System32.
2. Se necessario, è possibile scaricare MSXML 6.0 dal Sito Web Microsoft (http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=87548).


Verificare che .NET Framework 2.0 sia installato
1. Fare click su Start, poi su Pannello di Controllo, quindi su Installazione Applicazioni.

2. Verificare che nella lista sia presente .NET Framework 2.0. Se non dovesse essere presente, sarà possibile scaricarlo dal sito Web Microsoft (http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=104397).


Installare il Service Pack 2 per Microsoft SQL Server Management Studio Express

Scaricare ed installare la versione 32 bit del Service Pack 2 per Microsoft SQL Server Management Studio Express (MSSMSE). (http://www.microsoft.com/downloads/details.aspx?FamilyID=6053c6f8-82c8-479c-b25b-9aca13141c9e&DisplayLang=en). Se il Database di SharePoint è stato migrato a SQL è possibile utilizzare l'Enterprise Manager nativo e relativi aggiornamenti.

- Riconfigurazione rete

Prima di poter migrare a Windows SBS 2008, è necessario installare e configurare un router sulla rete nonche configurare il server di origine per utilizzare una SOLA scheda di rete. La rete dovrà avere lo schema indicato nella figura seguente:



La migrazione di ISA Server non è supportata, in quanto il prodotto non farà più parte della suite Small Business Server 2008. E' comunque possibile continuare ad utilizzare ISA durante la migrazione filtrando remote procedure call (RPC).
- Aumentare il livello funzionalità del dominio di Active Directory
Quando Windows SBS 2003 viene installato su un server, il livello funzionale del dominio AD DS è impostato su Microsoft Windows 2000. Al fine di completare con successo la migrazione, è necessario aumentare il livello a Windows Server 2003
Aumento del functional level di dominio
1. Sul server di origine, click su Start, poi su Strumenti di Amministrazione, quindi click su Domini e trust di Active Directory (Active Directory Domains and Trust).

2. Right Click sul Dominio, poi click su Aumenta livello funzionalità sia di dominio che insieme di strutture.

3. Selezionare Windows server 2003, click su Aumenta


- Valutare lo stato di salute del server di origine

E' possibile eseguire le Best Practices Analyzer per verificare che non ci siano problemi sul server, di rete o di dominio prima di iniziare il processo di migrazione.
Se ci sono Windows Server 2003 aggiuntivi nella rete SBS sarà necessario utilizzare i SUPPORT TOOLS.
Scaricare e installare Best Practices Analyzer dal Sito Web Microsoft (http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=113752).

- Ottimizzazione delle mailbox di Exchange Server
Questo tipo di migrazione andrà condotta dal cliente quindi quindi la migrazione di cassette postali di grandi dimensioni impiegherà molto tempo. Ci vorrà meno tempo se si riducono le dimensioni delle caselle di posta prima della migrazione. Per contribuire a ridurre le dimensioni delle caselle di posta, sarà opportuno archiviare le email molto vecchie e svuotare i cestini delle varie mailbox.

- Sincronizzare l'ora del Server di origine con un server NTP esterno
L' orario sul server di origine deve essere sballato al massimo di 5 minuti rispetto all'orario sul server di destinazione e la data e il Fuso deve essere lo stesso su entrambi i server.

Sincronizzare il Server di origine con un server NTP
1. Al prompt dei comandi eseguire quanto segue: w32tm /config /syncfromflags:domhier /reliable:no /update

2. Eseguire : net stop w32time

3. Eseguire: net start w32time

- Eseguire Migration Preparation Tool

Il Tool prepara il server di origine per il processo di migrazione eseguendo i seguenti compiti:
Esegue Adprep.exe, che estende lo schema AD DS, e prepara le autorizzazioni necessarie per una foresta e un controller di dominio che esegue Windows SBS 2008.

Installa un aggiornamento che estende il limite di tempo per completare la migrazione. Di norma, un server che esegue Windows SBS 2008 o Windows SBS 2003 deve essere il root Domain controller nella rete. L'aggiornamento estende il limite di tempo per 21 giorni.

Prepara il server per la migrazione da Exchange Server 2003, che dovrà essere in modalità nativa. (How to Convert from Mixed Mode to Native Mode in Exchange)

Preparare il Server di orgine per la migrazione
1. Inserire Windows SBS 2008 DVD1 nel drive DVD nel Server Origine.
2. Quando Windows SBS 2008 inizia l'installazione guidata, fare clic su Strumenti, quindi fare doppio clic su SourceTool
3. Confermare di aver effettuato i backup e cliccare su next. In caso venga restituito un messaggio di errore relativo all'installazione di un hotfix, seguire le istruzioni per “Method 3: Rename the Catroot2 Folder” in the article “You cannot install some updates or programs” in the Microsoft Knowledge Base (http://go.microsoft.com/FWLink/?LinkID=118672).
4. Click su Create an Answer File e seguire le istruzioni a video
Migrazione da Windows Small Business Server 2003 a Windows Small Business Server 2008 [Parte1] [Parte2] [Parte3] [Parte4] [Parte5] [Parte6]

22 ago 2008

SBS 2008: Released to Manufacturing

Windows Small Business Server 2008 è stato completato!
Oggi entrambi SBS Standard e Premium sono in RTM, il che significa che è iniziato il processo di finalizzazione delle versioni internazionali, la creazione di mezzi di informazione, la consegna del prodotto ai canali di distribuzione in modo che venga ampiamente disponibile dal 12 novembre.
Tra le novità una nuova singola SBS CAL 2008 che renderà più flessibile il licensing.
http://technet.microsoft.com/en-us/sbs/default.aspx

21 ago 2008

Gestire Windows da Command line o Esegui

Molte volte anche gli amministratori di sistema perdono molto tempo per effettuare compiti ripetitivi come ad esempio aprire il pannello di controllo oppure aprire gestione dischi ecc. Di seguito una piccola lista di comandi per eseguire le operazioni più comnuni dalla casella "Esegui" oppure da un Prompt dei Comandi. Gli utenti di Windows Vista possono eseguire la casella "Esegui" premendo in contemporanea il tasto "Windows" + "R"


access.cpl --> Accessibility Wizard
accwiz --> Add Hardware Wizard
hdwwiz.cpl --> Aggiunge/Rimuove Programmi
appwiz.cpl --> Amministratore Tools
fsquirt --> Bluetooth Transfer Wizard
calc --> Calcolatrice
certmgr.msc --> Certificate Manager
charmap --> Character Map
chkdsk --> Check Disk Utility
clipbrd --> Clipboard Viewer
cmd --> Command Prompt
dcomcnfg --> Component Services
compmgmt.msc --> Computer Management
control --> Control Panel
timedate.cpl --> Date and Time Properties
ddeshare --> DDE Shares
devmgmt.msc --> Device Manager
directx.cpl --> Direct X Control Panel (se installato)
dxdiag --> Direct X Troubleshooter
cleanmgr --> Disk Cleanup Utility
dfrg.msc --> Disk Defragment
diskmgmt.msc --> Disk Management
diskpart --> Disk Partition Manager
drwtsn32 --> Dr. Watson System Troubleshooting Utility
verifier --> Driver Verifier Utility
eventvwr.msc --> Event Viewer
migwiz --> Files and Settings Transfer Tool
sigverif --> File Signature Verification Tool
findfast.cpl --> Findfast
Fonts --> controllo font
iexpress --> Indexing Service
icwconn1 --> Internet Connection Wizard
iexplore --> Internet Explorer
inetcpl.cpl --> Internet Properties
inetwiz --> Internet Setup Wizard
ipconfig /all --> IP Configuration (Display Connection Configuration)
ipconfig /displaydns --> IP Configuration (Display DNS Cache Contents)
ipconfig /flushdns --> IP Configuration (Delete DNS Cache Contents)
ipconfig /release --> IP Configuration (Release All Connections)
ipconfig /renew --> IP Configuration (Renew All Connections)
ipconfig /registerdns --> IP Configuration (Refreshes DHCP & Re-Registers DNS)
ipconfig /showclassid --> IP Configuration (Display DHCP Class ID)
ipconfig /setclassid --> IP Configuration (Modifies DHCP Class ID)
jpicpl32.cpl --> Java Control Panel (If Installed)
javaws --> Application Manager Java
control keyboard --> Keyboard Properties
secpol.msc --> Local Security Settings
lusrmgr.msc --> Local Users and Groups
logoff --> Logs You Out Of Windows
mrt --> Malicious Software Removal Tool
access.cpl --> Microsoft Access (if installed)
winchat --> Microsoft Chat
excel --> Microsoft Excel (if installed)
moviemk --> Microsoft Movie Maker
mspaint --> Microsoft Paint
winword --> Microsoft Word (if installed)
mobsync --> Microsoft Syncronization Tool
control mouse --> Mouse Properties
odbccp32.cpl --> ODBC Data Source Administrator
osk --> On Screen Keyboard
ac3filter.cpl --> Opens AC3 Filter (If Installed)
password.cpl --> Password Properties
perfmon.msc --> Performance Monitor
perfmon --> Performance Monitor
telephon.cpl --> Opzione Telefono e Modem
dialer --> Phone Dialer
powercfg.cpl --> Power Configuration
control printers --> Stampanti e Fax
printers --> Printers Folder
eudcedit --> Private Character Editor
intl.cpl --> Regional Settings
regedit --> Registro di Sistema
regedit32 --> Editor del Registro
rasphone --> Remote Access Phonebook
mstsc --> Desktop Remoto
ntmsmgr.msc --> Removable Storage
ntmsoprq.msc --> Removable Storage Operator Requests
rsop.msc --> Resultant Set of Policy (XP Prof)
sticpl.cpl --> Scanners and Cameras
control schedtasks --> Scheduled Tasks
wscui.cpl --> Security Center
services.msc --> Servizi
fsmgmt.msc --> Shared Folders
shutdown --> Termina sessione di Windows
mmsys.cpl --> Sounds and Audio
cliconfg --> SQL Client Configuration
sysedit --> System Configuration Editor
msconfig --> System Configuration Utility
sfc /scannow --> System File Checker Utility
sfc /scanonce --> System File Checker Utility (Scan al prossimo riavvio)
sfc /scanboot --> System File Checker Utility (Scan ad ogni riavvio)
sfc /revert --> System File Checker Utility (Return to Default Setting)
sfc /purgecache --> System File Checker Utility (Purge File Cache)
sfc /cachesize=x --> System File Checker Utility (Set Cache Size to size x)
msinfo32 --> Informazioni di Sistema
sysdm.cpl --> Propieta di Sistema
taskmgr --> Task Manager
tcptest --> TCP Tester
telnet --> Telnet Client
nusrmgr.cpl --> User Account Management
utilman --> Utility Manager
wab --> Windows Address Book
wabmig --> Windows Address Book Import Utility
ntbackup --> Windows Backup Utility (se installato)
explorer --> Windows Explorer
firewall.cpl --> Windows Firewall
wmimgmt.msc --> Windows Management Infrastructure
wmplayer --> Windows Media Player
msmsgs --> Windows Messenger
syskey --> Windows System Security Tool
wupdmgr --> Windows Update Launches
winver --> Windows Version
tourstart --> Windows XP Tour Wizard
write --> Wordpad

16 ago 2008

Rilasciato SyncToy 2.0

SyncToy 2,0 per Windows è disponibile come download gratuito da Microsoft Download Center. SyncToy permette di sincronizzare diversi device (palmari, macchine fotografiche o cellulari) con un semplice click del mouse.
L’interfaccia è molto semplice e richiede che si indichi la cartella di origine, quella di destinazione e il tipo di sincronizzazione desiderato. Funzione utile presente solo nella versione 2 di SyncToy è l’adattamento dinamico al cambio lettera del drive, funzione particolarmente interessante se una delle due cartelle è sita in un drive estraibile che, come noto, possono cambiare lettera a seconda dell’ordine con cui sono inseriti.
La sincronizzazione è rapida e, generalmente, si conclude senza particolari errori. In ogni caso SyncToy genera un file di log che ci consente di capire, nel caso qualcosa andasse storto, cosa non ha funzionato e dove.
http://www.microsoft.com/downloads/details.aspx?FamilyID=c26efa36-98e0-4ee9-a7c5-98d0592d8c52&DisplayLang=en

14 ago 2008

Engineering Windows 7

Al via un nuovo blog dedicato alla progettazione di Microsoft Windows 7.
Il team, capitanato da Jon DeVaan e Steven Sinofsky è ormai al lavoro da circa 18 mesi e con questo primo post intendono iniziare a discutere con tecnici ed appassionati. Con questo blog si apre una discussione bidirezionale su come evolverà il progetto Windows 7.
E' comunque bello sapere che il team di Windows ha in programma di interagire con le community, anche se lo sviluppo è probabilmente un pò troppo "avanti" per giustificare reali cambiamenti effettuati sulla base dei commenti su questo blog.
Staremo a vedere....

04 ago 2008

Addio Babylon e Benvenuto Lingoes

Visto che i signori di Babylon hanno deciso (ingiustamente) di revocare la mia licenza regolarmente acquistata ed installata su un solo pc.
Dopo aver mandato diverse email dove chiedevo spiegazioni finalmente mi è stata assegnata un nuovo license code, ma nel frattempo ho trovato un alternativa free niente male.
Nella ricerca sono fortunatamente incappato in Lingoes, un ottima alternativa a babylon e per certi versi anche migliore, senza considerare che Lingoes oltretutto è anche gratuito e possiamo installarlo su tutti i pc che vogliamo !!!
Direi che è davvero un ottimo prodotto, e che sicuramente è da provare e sostenere.
Addio Babylon?