01 gen 2010

I buoni propositi per l'anno nuovo

Si dice che i buoni propositi per l'anno nuovo facciano male, ma dulcis in fundo si tirano le somme per l'anno appena trascorso e si cerca di stilare una lista obiettivi per l'anno nuovo.
Con questo nuovo anno si conclude la mia esperienza biennale da Microsoft MVP, e quando qualcosa volge al temine inevitabilmente ne si stila un bilancio. Un bilancio tutto sommato positivo che mi ha permesso di conoscere altre persone che dedicano parte del loro tempo ad aiutare gli altri senza predendere nulla in cambio.
In questi anni è capitato spesso di incontrare persone, on line e non, per le quali  il tempo altrui è una specie di atto dovuto, un qualcosa che conta meno delle loro ciabatte, ebbene questi particolari soggetti non sono in grado di percepire il valore del tempo. Il tempo è la cosa più preziosa che esista, passa inesorabile e che la vita sia una sola non è un concetto impossibile da comprendere, ogni minuto dedicato agli altri è un minuto portato via alla propria famiglia, ai propri figli ed a volte anche al mio lavoro. Queste persone non capiscono il valore del tempo, certo perchè chi si impegna ad aiutare gli altri non è un robot ma ha una vita propria e un lavoro e magari a fine mese deve pagare le bollette, come tutti del resto, queste persone dovrebbero almeno cercare di fare un minimo sforzo prima di chiedere a chiunque capiti a tiro qualsiasi cosa passi per il loro cervello, ma invece no, ovvio! è molto più semplice avere la pappa pronta e far lavorare gli altri, meglio ancora se gratis, meglio ancora se metre io guardo un DVD o bevo una birra con gli amici qualcun altro che nemmeno conosco mi risolove il problema, certo,  ma chi se ne frega tanto quello sarà il solito NERD con gli occhiali a fondo di bottiglia e che non ha una vita sociale mentre io sono più figo.
D'altro canto come ho accennato ho incontrato anche persone a parer mio fantastiche, disposte a sacrificare parte del  della loro vita per gli altri incondizionatamente. Sorprendende. Voi sareste disposti a fare la stessa cosa? Davvero?
Il programma MVP da questo punto di vista nasconde un valore inestimabile, la condivisione del sapere ..  (anche se sembra una citazione di Star Trek)
Ma la cosa più importante che senza dubbio mi ha lasciato questa esperienza è qualche amico in più.
Come non citare ad esempio il buon Mitch  che ormai è diventato più Spagnolo che Italiano e che ringrazio ancora per i vari favorucci, e perchè no anche per quelli futuri :) come non soffermarsi su Obiwan,  forse tra le persone più esperte di informatica *core* che abbia mai conosciuto e che conoscerò (va bhè dai senza forse), non da meno tutte le persone incrontrate durante gli Open Days e i vari eventi tra cui: la sagoma di S.Net, Leone Randazzo e il suo mix micidiale di peperoncini, il Fotografo ufficiale Roberto Restelli, il mitico TENSI, l'uomo mobile Pino PaparoneAdriano, Edo,  il Generale degli Answers Forums Vincent  e tutti gli altri che non ho menzionato.
Un caloroso ringraziamento ma anche un abbraccio al belin Alessandro Teglia detto Alead, a tutto il programma MVP, al Team di Exchange che in teoria ha dato l'ok per ben 2 anni, ma che adesso finalmente si è rinsanito :) e natualmente a Microsoft (qui credo che un link di riferimento non sia necessario).
Tornando ai buoni propositi per il nuovo anno, di sicuro dovrò decidere se chiudere o meno questo blog o se finalmente comincerò a scriverci in inglese, che per non essere volgare ha bisogno di una rinfrescata o meglio di una ri-studiata :-), vedremo ... di sicuro cercherò di dedicare più tempo alla piccola Giorgia.

Andrea

3 commenti:

  1. Ciao Andrea, sono il collega (ex in realtà) di Mitch. Sono davvero commosso, che belle parole e quanta verità nel tuo post!
    Un saluto e un augurio di Buon Anno nuovo!

    RispondiElimina
  2. Ciao Gallaz,
    come non commuoversi con queste tue parole?!
    Io penso che non deciderai di chiudere questo blog, perchè lo spirito MVP non si spegne da un giorno all'altro ;-)) anzi, penso di rivederti presto nel gruppo!!
    Y pues, como ya dijiste, la cosa importante es que nos hemos conocidos!!! ;-)))
    Feliz año hombre!
    Hasta pronto.

    RispondiElimina
  3. Buon anno Andrea, se non ti riconfermano al più presto Exchange non sarà più lo stesso ;-)

    Auguri anche alla tua famiglia

    RispondiElimina